Castiglioncello

Castiglioncello non è solo un luogo che può vantare momenti irripetibili nella storia, nell’arte e nella cultura.
Ha conosciuto gli etruschi, i Medici, le rotte commerciali dell’arcipelago toscano. Ha visto convivere la cultura povera dei pescatori, accanto a quella dei circoli letterari e artistici che hanno dato lustro all’Italia. Ha conosciuto la guerra, i tedeschi e gli americani, ha visto firmare armistizi, ha assistito alla rinascita ed al boom economico.

Il grande cinema, i grandi registi, attori famosi, le ville, la “dolce vita”. Dai ’60 ai ’70 e poi agli ’80! Ed è li che ha inizio la mia storia.

Per me Castiglioncello è anche la mia infanzia, le estati che non finivano mai, l’adolescenza, le grandi amicizie, le fughe  ma anche i ritorni. E infine l’amore, la famiglia e i miei figli.

Castiglioncello per me riparte da qui, da una stagione che non è solo mare,  è fatta di nuove infanzie, che pescano in nuove avventure, che vivono nuovi giochi. Fanno parte di un ciclo, che sembra non abbia fine mentre  intreccia le nostre vite.

Ilaria Piancastelli